Capelli. 3 falsi miti da sfatare.

Un po’ tutti siamo cresciuti seguendo ciecamente delle false credenze sui capelli e lo abbiamo fatto senza proferir parola, senza contestare, ma accettando il fatto così com’era. Lo diceva la nonna, lo faceva la mamma, tanto bastava per dare autorevolezza ai miti. Non importava se fossero un po’ campati in aria o se nel nostro cuore avvertissimo la mancanza di un fondamento scientifico.
E guai se il parrucchiere osava contraddire le sagge donne di casa. Eh no, caro mio, dimmi quello che vuoi ma io i capelli li taglio, perché così si rinforzano.
A costo di darvi somme delusioni, sappiate che tante idee che si tramandano sono delle vere e proprie fake news. E visto che noi di capelli ce ne intendiamo, vi sfateremo in men che non si dica 3 falsi miti.

TAGLIO I CAPELLI COSÌ SI RINFORZANO.

Partiamo subito dal mito dei miti. Quante volte siamo andati dal parrucchiere a tagliare i capelli, pensando che così facendo si rinforzassero?
Questo mito nasce principalmente dal fatto che chi ha i capelli lunghi tende ad avere le punte rovinate. Spuntando i capelli non si fa altro che togliere la parte «brutta» e automaticamente la percezione è quella di avere tutti i capelli più sani.
Nella realtà invece il capello si rinforza dal bulbo, da dove prende vita.
I modi per avere un bulbo sano sono due: curare l’alimentazione, che deve essere ricca di vitamine e minerali; utilizzare prodotti specifici in grado di aumentare la microcircolazione sanguigna e l’ossigenazione del cuoio capelluto, attività che irrobustiscono il bulbo e lo ancorano maggiormente alla cute.
Tagliare le punte rovinate vi darà l’immediata sensazione di una capigliatura più bella e in salute, ma sarà agendo sul bulbo pilifero che otterrete il vostro scopo, quello di dare maggiore forza ai capelli.
Vi consigliamo a tal fine il nostro trattamento top anticaduta, Lotion Concentrée, che stimola la ricrescita, rinforza il sistema di ancoraggio del capello al cuoio capelluto e allunga la fase di vita del capello. Al suo interno opera una miscela di estratti puri da 10 piante di estrema vitalità e potenza.
Tagliare non basta, quindi!

CHI HA I CAPELLI FINI NON DOVREBBE USARE IL BALSAMO.

Questo mito affonda le sue radici sulla credenza che il balsamo appesantisca i capelli, per cui un capello fino, piatto di suo, sarà ancora più piatto dopo il balsamo.
La tecnologia ha fatto enormi progressi nell’individuare specifici ingredienti la cui azione è quella di rigenerare, nutrire, idratare la fibra capillare senza appesantire il capello.
E fatto più importante, anche il capello fino ha bisogno di essere nutrito ed idratato. Il segreto è individuare il prodotto adatto alla specifica esigenza.
Se desiderate dare corpo ai capelli fini sfibrati, spenti e impoveriti vi consigliamo la Microemulsione ricostruttrice pH 3.2 della linea B-Refibre, indicata per i capelli sottili. A base di betacoretene e pentanolo, idrata, ripara e protegge senza appesantire.
Se invece volete dare volume alla chioma, la Crema gel volumizzante pH 5.5 della linea Hairchitecture è il prodotto immancabile. L’estratto di Cotone artico, dalle proprietà protettive, e Ceramide, dalle proprietà volumizzanti, agiscono come ottimi nutrienti e protettivi della fibra capillare.

LAVARE I CAPELLI TUTTI I GIORNI FA MALE.

C’è chi dice che il lavaggio quotidiano della nostra chioma causi la caduta dei capelli. Altri invece sostengono che li renda spenti e sfibrati.
Niente di più falso.
Ogni giorno ci laviamo il viso e ci facciamo una doccia. Eppure nessuno ha mai sostenuto che detergere quotidianamente la pelle del corpo faccia male. Anzi. Lavare il viso mattina e sera rivitalizza la pelle, libera i pori, permette di mantenerla luminosa, perché elimina le cellule morte e toglie i residui di inquinamento che si depositano sulla cute. Per fare questo utilizziamo prodotti che scegliamo in base alle caratteristiche della nostra pelle e alle sue esigenze.
Per il cuoio capelluto funziona allo stesso modo. La detersione quotidiana permette di eliminare le cellule morte e i tappi sebacei, il cui accumulo intorno al bulbo pilifero, causato da una sporadica detersione, provoca l’assottigliamento del capello e con il tempo la sua caduta. È il cosiddetto fenomeno della miniaturizzazione del capello.
L’utilizzo di prodotti specifici consente di lavare i capelli anche ogni giorno, senza timore alcuno per la salute di cute e chioma.
Lo Shampoo lenitivo pH 5.5 a base di germe di grano e lavanda, deterge agendo con estrema delicatezza sulla cute. La sua formulazione lo rende infatti adatto all’uso quotidiano. Calma le irritazioni e dona una sensazione di sollievo immediato, lasciando i capelli morbidi, pettinabili e luminosi.

Ecco sviscerati tre miti ancora oggi molto diffusi e creduti. E come avete letto, basta scegliere i prodotti giusti per sfatarli.

TORNA INDIETRO