Capelli sani e belli: il vademecum
per una corretta alimentazione!

LA GIUSTA ALIMENTAZIONE PER CAPELLI SANI E BELLI.

Leggiamo ogni giorno come una sana alimentazione ci permetta di stare bene, avere un corpo in forma, ma anche più energia per vivere la giornata. Ma quello che ci sfugge è che i giusti nutrienti favoriscono anche la bellezza e la salute dei nostri capelli.
Ormai è assodato che esiste un nesso fra ciò che mangiamo e la vitalità della nostra chioma, perché proteine, lipidi, oligoelementi, pigmenti e acqua sono i mattoncini di cui sono fatti i nostri capelli.
Ma l’alimentazione oltre ad essere sana deve essere anche variegata. Meglio quindi non fossilizzarci sui soliti cibi, ma comporre ogni giorno il nostro piatto in modo diverso così saremo sicuri di apportare al nostro organismo tutte le sostanze necessarie.

LA CHERATINA, LA PROTEINA CHE DA’ FORZA AL CAPELLO.

La cheratina è una proteina prodotta naturalmente dal nostro corpo e rappresenta il principale costituente di peli, capelli ed unghie. Una sua alta concentrazione apporta idratazione e nutrimento al capello che esteriormente apparirà lucido e setoso. Al contrario, un capello spento ed opaco è sintomo di bassi livelli di cheratina.

I trattamenti chimici come le colorazioni o le permanenti, shampoo troppo aggressivi, ma anche l’inquinamento, l’uso eccessivo di piastre e phon, possono portare al degrado della struttura cheratinica dei capelli.

Ecco allora che la nostra dieta può venirci in soccorso. Carne, pesce e fegato, contengono due amminoacidi essenziali – la cistina e la lisina – che compongono la cheratina del capello. Nel pollame sono presenti proteine nobili che aiutano le cellule dei nostri capelli a sintetizzare la cheratina e far crescere una chioma folta e sana. Il salmone contiene delle proteine ricche di lisina (gli amminoacidi chiave per la salute dei capelli) ed è ricco di omega 3, necessario per mantenere l’integrità delle cellule della nostra cute.

Mangiare almeno due volte a settimana carne e pesce, ci aiuta a mantenere buoni livelli di questa proteina, così indispensabile.

VITAMINE, IL MICRO-NUTRIENTE SUPER IMPORTANTE.

Le vitamine sono componenti essenziali della nostra dieta, ma sono sufficienti in piccole quantità. Ecco perché si chiamano micro-nutrienti. E sono davvero importanti per la salute dei nostri capelli, perché contribuiscono a renderli più forti e sani e a migliorarne l’aspetto.

VITAMINA A.

Nutre il capello e lo aiuta a prevenirne l’invecchiamento. Si trova abbondante nelle uova, nei pesci grassi, nelle verdure a foglia verde e nel fegato, ma anche nelle carote, nei broccoli, nei cavoli e nelle zucche.
Una sua carenza può provocare forfora e capelli secchi.
Anche la nostra pelle ne trarrà giovamento!

VITAMINE DEL GRUPPO B.

Regolano il metabolismo del follicolo pilifero. Una grave carenza comporta capelli grassi, forfora e calvizie.
In particolare possiamo distinguere fra:

Vitamina B1 o Tiamina, permette al capello di crescere in modo sano e robusto: è contenuta soprattutto nei legumi.
Vitamina B2 o Riboflavina, presente nelle uova, nei latticini, nei broccoli e nei fagiolini, favorisce la secrezione sebacea (produzione di sebo) e i processi metabolici. La sua assenza può causare secchezza della cute (asteatosi).
Vitamina B3 o Niacina è fondamentale per la salute dei nostri capelli perché interviene nel corretto funzionamento del metabolismo energetico.
Vitamina B4 o Adenina, si trova nella carne, nei cereali, nelle patate, nel tuorlo d’uovo e nei pomodori, migliora l’attività dei follicoli piliferi.
Vitamina B5 o Acido pantoteico, che ritroviamo nelle uova, nelle arachidi, nei funghi, nel fegato e nei broccoli, contribuisce alla robustezza del fusto del capello e accelera la ricrescita dei capelli.
Vitamina B6 o Piridossina, è coinvolta nell’assimilazione delle proteine ed agisce sull’enzima 5 alfa-reduttasi.
Vitamina B8 o Biotina (detta anche vitamina H, in base alla nomenclatura) ottimizza il metabolismo lipidico prevenendo l’insorgere della dermatite seborroica.
Vitamina B9 o Acido folico è fondamentale per la sintesi delle proteine, tra cui la cheratina. La sua carenza causa telogen effluvium, ossia caduta abbondante di capelli.

VITAMINA E.

È un potente antiossidante che aumenta l’assorbimento di ossigeno nelle cellule del corpo. Una buona ossigenazione del cuoio capelluto previene la caduta dei capelli e li rende luminosi. La troviamo negli oli vegetali e nei cereali integrali, nel germe di grano, nelle mandorle, nelle nocciole, nelle arachidi e nelle noci.

VITAMINA H.

La vitamina H è il nome della biotina nella nomenclatura tedesca. È l’equivalente della vitamina B8 (nomenclatura francese), ed è una vitamina idrosolubile che coadiuva a formare acidi grassi, facilitando il metabolismo di carboidrati e amminoacidi.
Viene prodotta in minima parte dalla flora batterica intestinale ed è presente in molti alimenti, tra cui: latte di mucca e derivati, frutta secca, riso integrale, grano, carote, piselli, lenticchie, fegato di vitello, funghi e tuorlo d’uovo. Alcuni tra questi alimenti contengono importanti sali minerali, come il calcio ed il magnesio. Il fabbisogno minimo consigliato varia dai 15 ai 100 mg al giorno.

Questa vitamina promuove la produzione di cheratina, la proteina di base di unghie e capelli e, secondo alcune ricerche recenti, avrebbe delle proprietà neuroprotettive che preservano il corretto funzionamento del midollo osseo.

GLI OLIGOELEMENTI

Gli oligoelementi sono minerali preziosi per il nostro benessere. Queste sostanze sono presenti in minime tracce, ma svolgono funzioni fondamentali all’interno dei principali processi vitali. La salute dei capelli passa anche attraverso un’adeguata assunzione di minerali, spesso scarsi nell’alimentazione odierna. La carenza di oligoelementi favorisce la perdita di capelli nota come telogen effluvium, e quindi un’alimentazione bilanciata dovrebbe sempre contenere:

FERRO. Presente nella carne rossa, negli spinaci e nella frutta. E’ fondamentale per la sintesi dell’emoglobina e l’ossigenazione del sangue. Il ferro contribuisce infine alla produzione dei pigmenti di colore che contrastano l’insorgenza dei capelli bianchi.
RAME. Si trova negli spinaci, nei crostacei e nelle patate, contribuisce alla sintesi della melanina che colora i capelli e previene la canizie.
MAGNESIO. Presente nelle verdure e nelle arachidi, favorisce lo sviluppo di enzimi che intervengono sia nella produzione di melanina che nella ricrescita dei capelli; una dieta completa deve includerne una quantità sufficiente.
ZINCO. Che troviamo nella carne e nel pesce, favorisce l’attività delle cellule germinative della matrice e, di conseguenza, la crescita dei capelli o la loro caduta in caso di assenza di questo oligoelemento.
ZOLFO. Presente nelle carni bianche, nel fegato e nel prosciutto, contrasta i capelli deboli e sfibrati.

Esistono degli alimenti che aiutano a rinforzare i capelli agendo sulla circolazione periferica del cuoio capelluto. E’ il caso del cioccolato che è ricco di proteine e altri elementi minerali importantissimi per il corpo umano, interviene direttamente sulla circolazione sanguigna del nostro cuoio capelluto ed è utilizzato in alcuni trattamenti estetici.

Spezia importante è il peperoncino. La capsicina, sostanza chimica contenuta al suo interno, è un vaso-dilatatore e la sua applicazione in sede locale potrebbe aiutare l’afflusso di sangue alla nostra cute e stimolare i bulbi piliferi a rimanere produttivi e impedire la caduta dei capelli.

Ricorda quindi che se siamo quello che mangiamo, i capelli sono come li nutriamo.

A tutta salute con Medavita.

TORNA INDIETRO