Come scegliere il giusto shampoo antiforfora.

luxviva-nuove-nuances-img

LA FORFORA È UNA DELLE PIU’ DIFFUSE ANOMALIE DEL CUOIO CAPELLUTO. IL RIMEDIO PIÙ COMUNE CONTRO LA FORFORA È LO SHAMPOO: MA COME SCEGLIERE IL GIUSTO SHAMPOO ANTIFORFORA?

COS’È LA FORFORA?

Capiamo innanzitutto cos’è la forfora. Non si tratta di un semplice inestetismo, ma di una anomalia del cuoio capelluto, che può colpire con diverse intensità e si manifesta attraverso piccole scaglie bianche, che sostano alla base del capello e che spesso finiscono per depositarsi sulle spalle, creando l’antiestetico effetto neve.
Queste scaglie non sono altro che cellule morte e rappresentano il prodotto del normale ricambio delle cellule epiteliali. In condizioni normali questo processo avviene senza problemi e una piccolissima desquamazione è fisiologica.
Quando invece si verifica una rapida e sostanziosa perdita di cellule morte, queste tendono ad aggregarsi formando squame di colore bianco-grigiastro ben evidenti, localizzate o diffuse in tutto il cuoio capelluto. Si parla quindi di forfora e generalmente si distingue tra forfora secca e forfora grassa.

FORFORA SECCA E FORFORA GRASSA

Esistono due tipi di forfora, quella secca e quella grassa.
La forfora secca, chiamata anche “Pitiriasi secca o semplice”, si rivela proprio attraverso le piccole scaglie biancastre che rivestono l’intero cuoio capelluto. Solitamente si manifesta come conseguenza di periodi di forte stress psico-fisico, è più frequente nei mesi invernali e accenna a diminuire in estate, colpisce maggiormente gli uomini che le donne. Generalmente non provoca un’eccessiva caduta di capelli, ma un leggero prurito del cuoio capelluto. Il “grattarsi” che ne consegue provoca la caduta delle piccole squame furfuracee sui vestiti, causando più di qualche disagio nella persona che ne soffre.

Nella forfora grassa invece, chiamata “Pitiriasi steatosica”, le scaglie sono molto più grandi, gialle e untuose ed è caratteristica di un cuoio capelluto e di capelli grassi. Le squame aderiscono alla cute o si attaccano al capello, trattenute dall’eccesso di sebo. Spesso questo tipo di forfora è associato alla dermatite seborroica: il cuoio capelluto è eritematoso ed arrossato e questo è causa di forti e intensi pruriti e di una tendenza alla perdita di capelli, in quanto vengono a mancare le condizioni ottimali per una loro normale crescita.

CONSEGUENZE DELLA FORFORA

La forfora è indice di un disequilibrio del cuoio capelluto, e quindi di sofferenza dei capelli. Oltre a prurito alla testa e a bruciore al cuoio capelluto, può portare ad un assottigliamento e un indebolimento dei capelli, e quindi ad una loro caduta.
Per quanto la forfora non sia una delle cause dirette della caduta dei capelli, impedisce il normale ciclo di ricrescita. Il prurito causato dalla forfora infatti induce a grattarsi la testa, con il rischio di provocare infezioni che indeboliscono ulteriormente il cuoio capelluto.

I MIGLIORI RIMEDI NATURALI CONTRO LA FORFORA

La forfora non è solo una anomalia da contrastare, ma è anche uno sgradevole problema estetico e relazionale per chi ne soffre.
Il miglior shampoo antiforfora è quello che riesce a risolvere il problema, rispettando però il cuoio capelluto senza debilitarlo. Per questo abbiamo creato la linea Puroxine, capace di eliminare il problema della forfora e del prurito grazie alle sue componenti naturali. Abbiamo bilanciato scienza e natura per creare la soluzione ottimale alla forfora.
La nostra ricerca ha messo a punto un innovativo shampoo ad azione potenziata che elimina istantaneamente e in profondità la forfora visibile e ne previene l’ulteriore formazione.

Questo in virtù dell’azione sinergica di Piroctone olamine, un efficacissimo antibatterico, e uno speciale enzima esfoliante. Insieme normalizzano l’ambiente microbico e frenano la produzione di squame.

COME FUNZIONA LO SHAMPOO ANTIFORFORA PUROXINE AD AZIONE ISTANTANEA: I PRINCIPI ATTIVI

Lo shampoo antiforfora Puroxine Instant Anti-dandruff shampoo elimina istantaneamente e in profondità la forfora visibile e ne previene l’ulteriore formazione, grazie all’azione combinata di Piroctone olamine e uno speciale enzima esfoliante, che normalizzano l’ambiente microbico e frenano la produzione di squame.
Rinforza il sistema difensivo della cute, con un’immediata azione anti-prurito, grazie all’associazione unica di attivi e oli essenziali: Melaleuca, antibatterico e antifungino, Lavanda, tonificante, Rosmarino, antisettico e stimolante. La formula è arricchita di Allantoina e Pantenolo, dalla spiccata azione idratante, emolliente e riepitelizzante, favorendo il ripristino delle normali condizioni fisiologiche. Lo Shampoo antiforfora Puroxine ad azione istantanea è indicato per tutte le tipologie di forfora, anche la più persistente, ed è ideale per un uso quotidiano.

I test di efficacia condotti hanno dimostrato un’eliminazione fino al 100% della forfora già dopo il primo lavaggio!

A CHI È CONSIGLIATO.

PUROXINE INSTANT ANTI-DANDRUFF SHAMPOO pH 5.5 è particolarmente indicato a tutti coloro che vogliono un effetto immediato o che hanno una vita veramente di corsa e hanno quindi la necessità di eliminare il problema istantaneamente.
Può essere considerato come azione di mantenimento fra un Trattamento Puroxine di 4 settimane e l’altro, composto da Shampoo purificante antiforfora pH 5.5 e Lozione antiforfora pH 3.
È uno shampoo per uso quotidiano; la posologia suggerita è 3-4 volte la settimana da abbinare, per i restanti lavaggi, allo Shampoo lenitivo Velour, sempre suggerito in presenza di anomalie cutanee.

ANCHE L’ALIMENTAZIONE AIUTA.

L’alimentazione è un’importante fattore per la salute e il benessere del nostro corpo e può aiutare anche per contrastare il problema della forfora. Vediamo quindi quali sono gli alimenti da prediligere e quelli invece da evitare.

Alimenti da prediligere.
Legumi, nocciole, avena e grano. Mentre fra i cibi di origine animale, carni rosse, cacciagione e ostriche. Questi alimenti infatti sono ricchi di Zinco, che abbassa la secrezione del sebo, aiutando a ridurre la formazione della forfora.
Aglio e cipolle ricchi di Allicina, che sembra abbia proprietà fungicide.
Frutta a guscio, frutta fresca, verdura, legumi, cereali e uova, ricchi di vitamine del gruppo B, in particolare la B6 e la B12, che aiutano a mantenere i capelli in buone condizioni di salute. Hanno un effetto energizzante e donano lucentezza al capello.
Pesce azzurro, salmone, olio d’oliva, semi di lino, noci, ricchi di grassi Omega 3 ed Omega 6 che svolgono un ruolo protettivo dell’epidermide.

Alimenti da evitare.
Zuccheri, bevande zuccherate e carboidrati semplici, che aumentano l’infiammazione. È consigliato favorire invece i carboidrati integrali.
Caffè, alcolici, tè, ad esclusione del tè verde, peggiorano il problema poiché riducono l’idratazione della cute.
Salumi, carni grasse in generale e formaggi grassi, fritture. Questi cibi peggiorano la forfora in quanto aumentano la produzione di sebo.

Un’alimentazione sana e bilanciata e uno stile di vita corretto sono dunque coadiuvanti naturali che possono aiutare ad arginare questa fastidiosissima anomalia.

TORNA INDIETRO