HAIR&BEARDS. ISPIRAZIONI TUTTE AL MASCHILE DALLE SFILATE SPRING SUMMER 2019.

HAIR&BEARDS. ISPIRAZIONI TUTTE AL MASCHILE DALLE SFILATE SPRING SUMMER 2019.

Per la maggior parte degli stilisti, e anche dei top barber, l’uomo della primavera estate esibirà un hair look più semplice e naturale. Barba e baffi: i grandi desaparecidos?

C’era da aspettarselo. Secondo la regola dei “corsi e ricorsi” – che vale anche per la moda e per l’hairstyle, oltre che per la storia – dopo tanti eccessi (rasature estreme, colori abbaglianti, coiffage “oddio che paura”), l’uomo torna a essere un po’ più naturale. Lo hanno affermato i big name del fashion system con le passerelle Primavera Estate 2019 e lo ribadiscono i trendsetter più quotati dell’universo capelli con le loro proposte per addetti ai lavori. Ciò non toglie che qualche idea in controtendenza ci sia e renda il panorama più stuzzicante e variegato. Perché ogni uomo – come del resto ogni donna – possa scegliere lo stile che meglio lo rappresenta e dentro il quale si sente a proprio agio. E adesso un dubbio amletico. Osservando attentamente le varie sfilate, una domanda sorge spontanea: ma che fine hanno fatto barba e baffi? Ci sono ancora o non si usano più? Anche se non è facilissimo, proveremo a rispondere più avanti.

Le passerelle hanno decretato: stop alle stranezze estreme! Anche se qualche stilista che va in controtendenza non manca mai.

HAIR TREND

Rispettare la texture naturale dei capelli, il gusto e lo stile di vita personali. Sembrerebbe questo il messaggio che arriva dalla maggior parte dei catwalk più cool. Ecco perché può succedere che all’interno di una stessa collezione si trovino teste corte e ben pettinate, altre cortissime, altre ancora medie e in libertà, per finire con chiome XXL (ad esempio Balmain).

Perlopiù like good boy, invece, gli hairstyle fatti sfilare da Dior Homme. Tagli short e ricorrente effetto wet – con e senza ciocca sbarazzina che cade sulla fronte – da Emporio Armani, mentre sono piuttosto casual e very young le preferenze di Prada. Andando a caccia di teste un po’ più hot, ci imbattiamo subito nella sfilata maschile di Yohji Yamamoto, che spazia fra i colori e i coiffage più diversi, tutti molto street style.

Anche John Richmond esce dagli schemi, sebbene senza esagerare. Abbiamo parlato sopra dell’understatement di Emporio Armani, che tuttavia non resiste a presentare un dreadlock con punte schiarite molto suggestivo. La carrellata dei funny hair da passerella, di cui presentiamo alcuni esempi, finisce qui. Ma sarà poi lo street style, insieme agli hairdresser, a dire la sua.

BARBA E BAFFI

Sembrano proprio loro i grandi assenti dei runway di stagione. Mentre si dice che continueranno a imperversare nello street style e sul volto dei vip.
No, barba e baffi proprio non ci sono oppure sono la mosca bianca fra l’infinità di look clean shaved, ovvero rasatura pulita, comparsi sulle passerelle Primavera Estate 2019. Uno dei pochi marchi a proporli – e con successo! – è Emporio Armani, presentando un super-macho barbuto e baffuto e un hipster new generation. Perché, sappiatelo, gli hipster “veri” non vanno più di moda.
Barba e baffi continuano invece a furoreggiare nello street style e anche alcune celebs – che ne fanno bella mostra nel quotidiano e sui red carpet – sembrano non volersene distaccare. Ma, rispetto al passato, c’è una differenza che riguarda anche l’uomo della porta accanto: la cura quasi maniacale di questi ornamenti del viso. All’insegna del no wild yes sleek.

TORNA INDIETRO