San Valentino: tutto quello che c’è da sapere.



SAN VALENTINO. Tutto quello che c’è da sapere sulla festa più romantica del mondo!


San Valentino è la festa più romantica che ci sia, è il giorno in cui si celebra l’amore, si organizzano cene a lume di candela e si scambiano i regali più strabilianti. Tutto per sorprendere il nostro amato bene.
Eppure l’origine di questa ricorrenza così passionale è alquanto tragica. San Valentino infatti, considerato il protettore degli innamorati, morì decapitato dopo inenarrabili torture. C’è chi sostiene che la sua colpa fosse di aver favorito l’amore tra un legionario pagano (Sabino) ed una giovane cristiana (Serapia), altri invece che avesse celebrato un matrimonio, in aperto contrasto al divieto imposto da Claudio II di officiare unioni durante la guerra, perché riteneva che gli uomini fossero più utili sul campo di battaglia che a casa con la moglie.
Insomma, se l’origine del Valentine’s Day è piuttosto sventurata, non lo è invece il suo evolversi in un’occasione specialissima ad alto contenuto commerciale, che ahinoi ne sbiadisce un po’ i toni romantici. Già a partire dal XIX secolo infatti alcuni imprenditori iniziarono a vedere i potenziali ritorni in termini di affari e cominciarono a produrre i cosiddetti “valentine”, ovvero i biglietti di San Valentino, venduti su scala industriale e raffiguranti i simboli dell’amore romantico in un tripudio di colombe, cuori e di angioletti Cupido. Poi dalla metà del XX secolo, i biglietti furono scalzati dallo scambio di rose, gioielli e i classici e intramontabili cioccolatini!


Come viene festeggiato San Valentino nel mondo?


I cugini francesi, romanticoni per antonomasia, si scambiano lettere d’amore, fiori, gioielli e cioccolatini. In Inghilterra sono ancora in auge i Valentine, i biglietti d’amore dove il mittente resta anonimo, scatenando una crescente curiosità in chi li riceve. I gallesi lo celebrano invece il 25 gennaio, scambiandosi i cosiddetti Love Spoons, caratteristici cucchiai d’amore, una tradizione che risale al XVII secolo quando gli ammiratori donavano alla donna prescelta un cucchiaio di legno lavorato a mano per dimostrare la loro capacità di provvedere alla famiglia.
In Catalunya si festeggia l’amore in una data diversa, il 23 aprile, giorno di San Jordi, che la leggenda narra avesse salvato una giovane dalle grinfie di un drago. Secondo la tradizione, gli uomini regalano rose alle loro amate e vengono ricambiati con libri.
In Kenia le donne donano al proprio sposo una zucca colma di vino di palma, ricevendo in cambio un pezzo di focaccia di tiglio, un pranzetto da consumare bevendo da una “coppa dell’amore”.
In Brasile la festa degli innamorati è protetta da Sant’Antonio da Padova e cade il 12 giugno. I giovani che desiderano ballare con la propria bella devono superare una prova di resistenza fisica, una corsa di 6 chilometri con un tronco di barauna. Solo il vincitore avrà diritto al ballo!
Nei paesi asiatici l’uomo regala alla donna un abito. Se lei accetterà di indossarlo, significherà che ha intenzione di sposare il suo corteggiatore.
In Sud America come nei paesi scandinavi e in alcune zone dell’Olanda il 14 febbraio è invece la festa dell’amicizia.
Infine negli Stati Uniti il Valentine’s Day è la festa di chi si vuole bene e di conseguenza i festeggiamenti coinvolgono tutta la famiglia.


Statistiche curiose.


1) L’11% delle proposte di matrimonio avvengono il giorno di San Valentino.
2) Ogni anno in America si spendono 1,1 miliardi di dollari in bigliettini di S. Valentino, 1,5 miliardi di dollari in dolciumi, 1,7 miliardi di dollari in fiori.
3) Gli italiani sono i consumatori più romantici del mondo. Secondo il Love Index di Masterclass gli acquisti nel periodo che precede il 14 febbraio aumentano del 52%. Cosa regalano? Fiori, gioielli ed esperienze, come soggiorni romantici in hotel di lusso, per creare ricordi indelebili.
4) Negli Stati Uniti 1 donna su 7 si regala fiori facendoseli recapitare al proprio domicilio. L’amore è anche amare sè stessi!
5) E se il vostro partner vi dice che non vuole niente, è probabile che menta. Solo il 25% di chi afferma di non voler nulla lo pensa veramente.
6) Inoltre, per questo giorno si producono 198.000.000 rose e ci si scambiano 180 milioni di bigliettini.


E il regalo ideale?


Il tempo e l’attenzione da riservare l’uno all’altra. In fondo, il vero regalo quando si ama, semplice e perfetto.


TORNA INDIETRO